Il tuo cane o il tuo gatto ha paura dei fuochi d’artificio?

Il tuo cane o il tuo gatto ha paura dei fuochi d'artificio?

Arriva Dicembre, un mese pieno di gioia, festa, felicità, regali e… Botti di Capodanno, l’incubo peggiore per ogni proprietario di animali!

Puntualmente, durante le festività di Natale e di Capodanno, sono infiniti i casi di smarrimento o scomparsa di cani, gatti e tanti altri animali che, per lo spavento e la paura, saltano recinti, finestre e cancelli correndo via verso un ipotetico rifugio.

Perché accade tutto ciò?
I nostri animali hanno una sensibilità ed un udito molto più raffinato del nostro.
I rumori che a noi sembrano semplicemente alti, per i nostri amici a quattro zampe sono insopportabili, proprio per via della loro sensibilità uditiva; ti sarà capitato sicuramente di vedere il tuo animale agitarsi qualche minuto prima che qualcuno della famiglia arrivi a casa con la macchina!

Cosa succede quando un pet si spaventa per i botti?
Fugge o cerca riparo fuori di casa
Scava nel tappeto
Sporca tutta la casa
– Si rannicchia sotto il divano o letto
– È agitato, ansimante o, nel gatto, si pulisce assiduamente
Abbaia costantemente

Come evitare tutto questo?
La prima cosa da fare è quella di contattare il proprio veterinario. In seguito ad un’approfondita visita e se si ritiene opportuno, il veterinario ti indirizza ad un medico veterinario esperto in comportamento.

Cosa possiamo fare per evitare la paura da fuochi d’artificio negli animali?
Ecco una lista di cose da fare in caso di fuochi d’artificio ed avvicinamento del periodo festivo.

Crea un rifugio (almeno qualche settimana prima): è un luogo che dedichiamo al cane o gatto e che si presta a fargli ritrovare un piccolo angolo di pace in cui sentirsi tranquillo.

Come si sceglie il rifugio giusto?
Scegli il luogo perfetto in base a:

Posizione – Posizione in cui il tuo animale si nasconde per ore o in cui si sente a suo agio e mettete li una cuccia!
Libertà di entrata: Il rifugio deve lasciare al tuo animale la totale libertà di utilizzo e, dunque, non deve essere ostacolato, permettendogli di poter accedervi in ogni momento.
Odori: All’interno di questo rifugio, puoi inserire degli odori che lo tranquillizzano, come coperte usate, peluche preferiti, oggetti che ama e indumenti dei proprietari.
Cibo e acqua: lascia sempre una ciotola riempita di croccantini e di acqua, qualora il pet non se la senta di uscire dal rifugio, ma abbia al contempo fame.
Tiragraffi: graffiare è fondamentale per comunicare i confini del proprio territorio, oltre ad allungarsi e farsi gli artigli. Il tiragraffi, quindi, andrebbe posizionato vicino al rifugio selezionato.
Dimensione: Anche la dimensione è fondamentale per la creazione di un ottimo rifugio. Il cane necessita di un luogo comodo sia in piedi che da sdraiato, in più deve potersi stirare facilmente e muoversi in piena libertà
Rumori: Copri il rifugio con una coperta se pensi che i rumori possano sentirsi ancora molto forti.
Coccole: Ultime, ma non per importanza, le tue coccole!
Stagli vicino, non perderlo di vista e fagli capire che tu sei li per aiutarlo e farlo sentire al sicuro.

Porta fuori il cane preferibilmente di giorno
Onde evitare un diretto contatto dell’animale con i fuochi d’artificio, evita di fare passeggiate la sera o nel pomeriggio inoltrato.
Una buona passeggiata mattutina permette al cane di rilassarsi e di evitare spiacevoli spaventi!

Altri piccoli accorgimenti per evitare la paura dei fuochi d’artificio

• Tieni sempre gli animali lontani dagli spettacoli pirotecnici.
Chiudi le tende, accendi la TV o metti la musica evitando i rumori esterni.
Non lasciare il tuo animale da solo durante i fuochi d’artificio.
Non obbligarlo a venire vicino a te se si trova nel suo nascondiglio.
Coinvolgi il tuo animale con qualche gioco, ma senza forzarlo.
Non punirlo e non arrabbiarti con il tuo animale per il suo comportamento, peggiorerebbe la situazione!

Una volta superata l’emergenza “fuochi d’artificio”, ti consiglio di pensare ad un percorso di rieducazione del tuo pet alla gestione di queste situazioni, applicando questi suggerimenti, insieme a quelli del tuo vet!
Il prossimo evento verrà certamente affrontato con ancora più coraggio 😉 !

Share: